colLateral Thoughts











{agosto 9, 2013}   cronaca spazzatura – un po’ di faccende locali –

Da pochi giorni nella mia città è partito il nuovo sistema di raccolta rifiuti.
Inutile dire che sono uscite mille polemiche e problemi….cosa che pare ormai ovvia in Italia ogni qual volta si presenti una novità…
Però c’è da dire che in questo caso non tutta la colpa è della “pigrizia” o della scarsa voglia di cambiamento delle persone.
Le cose non state fatte molto bene. La partenza è stata rimandata di un mese perchè la Seab non era pronta, molte persone si sono trovate senza il necessario (senza bidoni, senza chiavi per aprire i bidoni ecc.) Ci si chiede se questa operazione fosse necessaria, in quanto i Bolzanini risultavano già abbastanza virtuosi per quanto riguarda la raccolta e la differenziazione dei rifiuti. Per ora questo nuovo sistema ha portato solo disagi ed aumenti esorbitanti dei costi.

Vi segnalo questo gruppo facebook, che si occupa di uno dei problemi più spinosi della questione:
Le multe collettive. Ovvero…sbaglia una persona, che non si può sapere chi sia, e l’intero condominio paga una multa. Cosa che a quanto pare sarebbe anche incostituzionale.
Come ha affermato il sindaco
“basta fare la raccolta come si deve e le multe non si ricevono!”
Il problema è che questa affermazione perde il suo senso se si va a vedere il modo di fare e le istruzioni poco chiare che vengono fornite ai cittadini. Questo spesso viene visto come una tattica per incassare più soldi. 
Forse sia il Sindaco che la Seab dimenticano che non tutti i cittadini sono giovani e tecnologici e quindi in grado di andare su internet a cercare informazioni, a scaricare pdf, ecc.
Ci sono molte persone anziane, in buona fede ma con le idee molto confuse totalmente abbandonate a se stesse.

L’anno scorso nel mio condominio abbiamo preso 3 multe condominiali per “materiali non idonei dentro al bidone dell’umido”, “materiale plastico dentro all’umido”.Un giorno per caso cogliamo la colpevole con le mani nel sacco. Usava il sacchetto della spesa per metterci dentro l’umido e poi lo buttava nel bidone condominiale. Le abbiamo spiegato che non si poteva fare, e che se lo aveva fatto spesso probabilmente era la causa delle multe. Questa signora, che avrà 80 anni o forse più, è sbiancata e si è disperata. “Ma la cassiera del supermercato mi ha detto che non fanno più i sacchetti di plastica, ma ora sono tutti BIODEGRADABILI! Io pensavo fosse giusto!”Certamente la raccolta va fatta in modo corretto, ma forse anche le multe, le sanzioni, e le informazioni.Se la Seab avesse comunicato subito “multa causa sacchetto del despar dentro al bidone dell’umido” forse la signora si sarebbe potuta rendere conto subito, o se ne sarebbe parlato in condominio chiarendo al questione, e avremmo evitato le altre 2 multe. Forse se da subito certe cose si spiegassero per bene, la gente non farebbe certi errori convinta di fare bene.A tale proposito vi lascio una foto…tanto per rendere l’idea…L’ultimo pacchetto di sacchetti dell’umido che ci hanno consegnato dice una cosa, mentre il “volantino informativo” dice tutto il contrario…. Esiste un’altra versione di sacchetto (forse più nuova) che corrisponde al volantino… Insomma…non se ne esce!Mi chiedo, con tutti i soldi che paghiamo, perchè non possano semplicemente fare un opuscolo, una guida, qualcosa di fatto bene, completo, chiaro e definitivo che indichi appropriatamente come comportarsi.

Buona domenica a tutti.

mybio



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

et cetera
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: