colLateral Thoughts











{marzo 16, 2011}   il 17 Marzo delle persone

con alcuni amici abbiamo creato un evento simbolico (=basta la partecipazione morale) su facebook. Visto che molte persone che lo hanno apprezzato non sono su facebook, e visto che allo scadere della mezzanotte l’evento sparirà, ho pensato di postarlo anche qui perchè tutti possano partecipare/commentare con o senza facebook e per mantenere un ricordo di questo strano 17 Marzo sperando, in un futuro, di poter riguardare indietro e rallegrarsi di essere andati avanti. Ora faccio un bel copia-incolla, di tanto in tanto magari aggiungerò degli aggiornamenti informativi o a tema o con i link postati sulla bacheca dell’evento. Enjoy

TIME TO PARTY! – basta polemiche! genug mit Polemik! –

La tua risposta: Parteciperò · Condividi · Evento pubblico
Ora
giovedì 17 marzo · 0.00 – 24.00

Luogo
dove ti pare
Bolzano, Italy

Creato da
La Joe

Maggiori informazioni
THIS IS A MORAL EVENT, SO TAKE PART ALTHOUGH YOU CAN’T COME BUT WANT TO GIVE YOUR MORAL SUPPORT! (AND THEN INVITE ALL YOUR FRIENDS!)  

Siamo stufi di queste inutili polemiche!
l’unità è fatta dalle persone, esseri umani che stanno insieme nella quotidianeità! Non dipende da poche frasi dette dai politici o dai sindacati o da altri.
Dopo le recenti polemiche riguardanti il 17 Marzo, noi cittadini dell’Alto Adige, invitiamo tutti a venire a fare festa a Bolzano il 17 Marzo.
Invece di mandarci a quel paese o insultarci, facciamo festa insieme. Si può stare insieme anche con diverse opinioni e identità. Anzi, è un motivo in più per fare festa!
Ok questi 150anni “non ci sono”? e allora??? Dopo tanti anni di cose brutte,violente, e difficili ora le persone vivono insieme tranquille, e le loro diverse radici sono una ricchezza per tutti quanti. Non è un buon motivo per festeggiare?
Facciamo vedere se siamo veramente uniti o se sta tutto nelle mani dei soliti 4 “capi” seduti nelle loro poltrone.
Vi aspettiamo! PUOI PARTECIPARE A QUESTO EVENTO ANCHE SE NON PUOI MATERIALMENTE VENIRE A BOLZANO MA CI SEI MORALMENTE.

N.B.
QUESTA INIZIATIVA E’ TOTALMENTE A-POLITICA ED A-PARTITICA. E’ SOLO UN’INIZIATIVA “UMANA” FATTA DA PERSONE CON PERSONE. CHIUNQUE E’ BENVENUTO QUALUNQUE SIANO LE SUE IDEE POLITICHE O TRADIZIONI.
OGNI CONTENUTO AGGRESSIVO,OFFENSIVO,O CHE INCITI ALL’ODIO VERRA’ RIMOSSO E SEGNALATO.

——————————-
Einheit entsteht unter Menschen, die im Alltag zusammen leben. Sie kann nicht einfach von Politikern oder Zeitungen/ Medien oder Gewerkschaften auferzwungen werden!
Nach der letzten Polemik zum 17 März, möchten wir, die Einwohner von Suedtirol, alle herzlich dazu einladen, am 17.März nach Bozen zu kommen, um mit uns zu feiern.
Anstatt uns gegenseitig zu beschimpfen, sollten wir lieber alle gemeinsam ein Fest feiern. Man kann nämlich auch trotz Meinungsverschiedenheiten und verschiedener Kulturen und Identitäten zusammen leben. Ja, das ist vielmehr ein weiterer Grund zu feiern!
Hier sind nicht effektive 150Jahre? na und? Nach den vielen komplizierten, gewalttätigen und schwierigen Situationen in der Vergangenheit, haben die Menschen es nun geschafft, harmonisch zusammenzuleben, und die Vielfalt unserer Traditionen ist für alle eine Bereicherung. Ist das nicht Grund genug zu feiern?

Wir warten auf dich! AUCH WENN DU NICHT PERSÖNLICH NACH BOZEN KOMMEN KANNST, KANNST DU DURCH DEINE MORALISCHE UNTERSTÜTZUNG AN DIESEM EREIGNIS TEILNEHMEN!

WICHTIG:
DIESES EREIGNIS HAT KEINEN POLITISCHEN ODER PARTEIPOLITISCHEN HINTERGRUND, ES IST NUR EINE INITIATIVE VON LEUTEN MIT LEUTEN.
JEDER IST WILKOMMEN, WELCHE POLITISCHE MEINUNG ER AUCH HAT, ODER WELCHER KULTUR UND TRADITION ER AUCH ANGEHÖRT.
JEDE BELEIDIGENDE ÄUßERUNG WIRD GELÖSCHT.

-123 parteciperanno – 20 forse parteciperanno – 284 in attesa di risposta – 60 non parteciperanno

—————————————————————————

I commenti dei partecipanti su facebook:


Annapaola

eine wundervolle Initiative :D….mal sehen, vielleicht werde ich diese Gelegenheit benutzen, um endlich Bozen und Süd Tirol näher kennenzulernen
18 febbraio alle ore 16.14
A te e Silvia piace questo elemento.

Gloria
sogno un’invasione italica
18 febbraio alle ore 17.37
A te e Stefania piace questo elemento.

Luca
Io sono meta’ ladino (badioto) meta’ trentino, va bene ugualmente??!! :p Il dove ti pare … dove sarebbe? 🙂 Beh sarebbe divertente andare tutti assieme a fare una passeggiata fino a Castel Roncolo e bere un buono veneziano, o che ne so una biclettata fino al ponte di vadena 😉
18 febbraio alle ore 21.34

Joe
va benissimo e pure meglio! ^___^ il dove ti pare sarebbe ovunque uno vuole…. visto che è un evento anche molto simbolico, per       ora ci pareva giusto che ognuno possa partecipare dove vuole o da dove vuole.

19 febbraio alle ore 13.43


Ilaria
bello, Vere… ma essendo lucana non festeggio :))
un abbraccio!
19 febbraio alle ore 12.41


Fabio
E’ una gran bella iniziativa…. non parteciperò fisicamente perchè impegnato in altro evento ma condividerò ai miei amici questa vostra festa di unità. Lodevole davvero…
22 febbraio alle ore 22.27
A te e Bruno Tedeschi piace questo elemento.

Joe
grazieee! noi pure ;o) (((cliccare “parteciperò vale anche per la presenza morale se si vuole ^____^ )))
22 febbraio alle ore 22.41 · piace a 1 persona

Fabio
hai ragione…sono schietto..odio tutti coloro che partecipano per presenza morale…non ti danno la giusta misura di quanti si è realmente poi presenti… almeno questo me lo consenti??? ahah
22 febbraio alle ore 22.44

Bruno
Cara Vere a me sembra una buona idea di poter partecipare anche solo moralmente, con una presenza solidale di condivisione dell’evento! In alto il cuore!!
24 febbraio alle ore 9.23


Sarah
E brava Vere!!! 😉
23 febbraio alle ore 22.27

Joe
danke danke! E bravi voi che aderite :o)
24 febbraio alle ore 14.5

 

Margherita
Iniziativa genuina. Io sono a Messina e stiamo cercando di contribuire alla creazione di un evento: CATENA UMANA DA NORD A SUD per il 17 MARZO, desideriamo unire le mani degli italiani per dare visibilità ai giovani, che nessuno li ascolta, perchè il futuro è già qui, ma non ce lo fanno vivere. Vi appoggio e chiederò alla CATENA di farlo con l’evento.
24 febbraio alle ore 7.30
A te e Eleonora piace questo elemento.


Domenico
Un affettuoso saluto e una lancia solidale dalla Germania!
24 febbraio alle ore 10.16


Eleonora
Bellissimo! Sono d’accordo! Stiamo uniti. Sempre.
24 febbraio alle ore 10.42


Giulia
fra l’altro il 17 marzo è anche San Patrizio, un motivo in più per festeggiare 🙂
24 febbraio alle ore 19.04
A te, Davide, Elisabetta e Elisa piace questo elemento.

Joe
giàà!
chissà..forse D. ha detto quel che ha detto perchè in realtà aveva già preso altri impegni con la Guinness :oPP
24 febbraio alle ore 19.10

Giulia
ahahahahah può essere 😉 se è così lo capisco, la guinnes è pur sempre la guinnes!
24 febbraio alle ore 19.11

Davide
Ora vi dico un’altra notizia.. La nostra associazione di volontariato FreeTimeBz il 17 marzo compie 2 anni!!! Un’altro buon motivo per noi di festeggiare! 🙂
24 febbraio alle ore 22.59

Jessica
Viva San Patrizio ♥ ma io da brava patriota lo festeggerò a Roma 🙂
01 marzo alle ore 18.10


Antonino
Ho alcuni amici e colleghi di lavoro a Bolzano,ed ultimamente devo dire che questo sentimento di unità che risale la china lo trovo qualcosa di veramente positivo,anche perché se è pur vero che ognuno conservi le sue radici,o le tradizioni,locali,io da Siciliano mantengo lo stesso i miei retaggi culturali ma amo arricchirmi nel possibile di quelli altrui ,amo conoscere,gli altri e penso che la prima cosa da fare in Italia sia proprio ricominciare ad avere il rispetto per gli altri ed’intendo tutti.Ci sarò Bolzano, con il cuore ma ci sarò
26 febbraio alle ore 17.43
A te e altri 2 piace questo elemento.


Joe
‎”la mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.” (A. Einstein) – buon inizio settimana a tutti ! Gute neue Woche!
28 febbraio alle ore 0.20
A Claudia e altri 2 piace questo elemento.


Sandro
Mi piace – Ich mag es
martedì alle 20.47


Antonino
Brava,bravissima, mi aspettavo qualcosa,ma devo dire che il tuo calore umano nel presentare l’evento,supera le mie aspettative,per mè,da Siciliano e quindi da Italiano ,le tue parole suonano a festa,ed io anche se da lontano sarò con voi alla grande festa.
martedì alle 21.51


Linda Daphne
Io sarò a Laives nel mio comune!
martedì alle 23.28


Alma
giusto, basta polemiche, sono con voi con il cuore!
14 ore fa


Elena
Ma che bellezza!Anch’io partecipo alla Festa delle persone!da Palermo con tutti voi.
14 ore fa

 

Annunci


ok..vorrei premettere una cosa: non voglio mancare di rispetto a nessuno. se continuate a leggere vuol dire che pensate di aver voglia di fare uno sforzo per capire cosa voglio dire. se vi sentite troppo pigri per questo, vi sconsiglio di proseguire.


Allora…è da un po’ che penso una cosa…
e a un certo punto mi sono proprio rotta di non dirla per gentilezza, o per diplomazia, o per non farci restare male chi non riesce a fare un minimo sforzo di pensiero.

Ci tengo a precisare, che il mio ragionamento non vuole dire niente “contro” le persone che si trovano in un momento difficile col loro lavoro, e che rischiano di perderlo ecc. A loro va tutto il mio supporto, e và anche tutta la mia rabbia verso questo sistema raffermo e malformato che paga solo i furbi e i potenti.

E quindi non prendetevela per quanto segue, oppure smettete di leggere.

C’è un però.

(( Chi legge questo blog da un po’, conosce alcune mie vicende.
Per chi è nuovo magari faccio un riassuntino.
Ragazza volenterosa e brillante che però a un certo punto è impazzita e ha deciso di mollare la sua beata carriera universitaria (beata, perchè a posteriori capisco che poter essere quasi totalmente mantenuti per poter studiare ecc, è proprio una condizione da beati) per “smettere di essere di peso alla sua famiglia”, lavorare ed andarsene fuori casa. Dopo varie esperienze lavorative si è fatta gli ultimi 3 anni presso una nota ditta di Bolzano, come impiegata nel settore commercio, e in seguito a varie vicende (sfruttamenti/soprusi/semi-mobbing ecc) e infine un infortunio sul lavoro da cui risulta pure (seppur minimamente) invalida, si è rotta le balle, ha mollato tutto nonostante la crisi ecc , si è licenziata all’improvviso ed è passata al “piano c”.  (del “piano c” vi racconterò/aggiornerò a breve come promesso. giuro)  )))

Allora…l’altro giorno leggo l’ennesimo articolo che parla di persone in cassa integrazione che protestano ecc (e ripeto, mi dispiace per loro veramente ecc. vedi sopra. E vorrei anche ri-puntualizzare che questa cosa la penso da vari anni, e non solo adesso dalla mia “privilegiata” posizione di persona che si è potuta permettere il “piano c”.  ))

Il punto è questo.
Un cassa integrato “medio” riceve circa 800 euri al mese.
Un impiegato nel settore commercio,quarto livello, con contratto a tempo pieno e tempo indeterminato, che lavora 6giorni su7 (spesso e volentieri anche 7giorni su7) di paga base (vedi contratto nazionale del commercio) prende 940euri, con tutti gli straordinari arriva a 1050 se è fortunato.

Per come la vedo io..non c’è una proporzione e non è giusto.

Spesso…ad esempio dopo l’ennesimo periodo natalizio in cui mi sono trovata al 15 giorno di lavoro senza un riposo…mi sono trovata a pensare che avrei quasi preferito essere in cassa integrazione…
Perché io (anzi noi perchè succede a molti della categoria), che lavoro quasi 20 giorni filati senza mai un riposo, a tenere a bada la gente isterica sotto il perido natalizio, prendo 1100 euro se va bene….e te che sei a casa a non far niente, e ingrassi le file dei clienti esauriti (giustamente stai passando un brutto momento e sei incazzato, ma non è giusto che io ne faccia le spese) ti becchi 800 euro ?
Sinceramente quei 300 euro di differenza non valgono 18 giorni senza mai un riposo.
Così come quei 140 euro di differenza non penso valgano il mio lavoro normale.

non c’è una proporzione.

Ovviamente non voglio dire che chi è in cassa integrazione dovrebbe prendere di meno. Semmai, chi si sfonda il culo (scusate il termine) al lavoro in certe condizioni, dovrebbe prendere di più.

Come dice il titolo…NON C’E’ UNA PROPORZIONE.
Quello che mi urta i nervi, è che per chi sta in cassa integrazione “tutti se la prendono a cuore”, mentre di chi continua a farsi il mazzo sfruttato e maltrattato tutti se ne fregano.
Perché tanto già avere un lavoro è tutt’altra cosa. ….allora caro cassa integrato, ho lasciato un posto libero, vieni a prenderlo…!
Perché il mondo è dei furbi
Perché anche chi è amico dei lavoratori fa gli interessi di quelli dei piani alti, o vuole solo starsene tranquillo e rompere le scatole ai piani alti è troppo disturbo.
Perché nel mondo d’oggi, nell’ Italia d’oggi…è troppa fatica prendersi il disturbo di andare sotto la superficie.

in ogni caso
non c’è una proporzione.

chi ha orecchie per intendere intenda, per il resto take it easy and enjoyz


p.s. aggiungo una piccola appendice a posteriori.
non si accettano commenti tipo “sì ma un povero cassa integrato è lì che potrebbe perdere il lavoro da un momento all’altro ecc” nel mondo del commercio dove ti fanno i contratti annuali è uguale. stai lì a sperare che te lo rinnovino ogni volta, e possono tranquillamente non farlo. O possono tranquillamente decidere di chiudere un punto vendita e quindi scusa tanto, ti possono licenziare. E’ pure peggio forse….”l’etichetta” indica che stai apposto, ma in realtà stai in bilico come tutti gli altri.
Non si accettano commenti  “accusatori” , da chi il 2 giugno o altri festivi ha avuto la faccia tosta di andare al supermercato solo per comprare il caffè o una mozzarella…



Continua il periodo “senza parole”.
A dire il vero di parole da buttar giù ne avrei molte…tra pensieri/songi visionari/episodi assurdi o esilaranti di vita quotidiana e un sacco di altre cose…
E’ che non trovo il modo di buttarli giù.

Per intanto, mi faccio carico delle “lamentele”/richieste chiare e tonde o anche solo pensate, di alcuni lettori. E li faccio contenti.
Sì..qui su brividocosmico ascoltiamo veramente i nostri utenti.
Quindi ecco qua…e tanto per cambiare restiamo in tema…primavera,caldo,grligliate ecc.
Questa foto è stata scattata 2 anni fa..quando a pasquetta faceva un bel clima e si è potuta fare la prima grigliata della stagione. (anke l’anno scorso è stato così, ma le foto non soddisfavano lo scopo) 😛

Per tutti quelli che volevano vedere almeno una tetta…
Ecco a voi lo spettacolo…o quasi…(..scusate..ma finche sto con un certo ragazzo non posso fare di più…è giusto poco ipergeloso, controllore, protettivo, possesisivo, aggressivo, bla bla)
c’è chi dice che basta il pensiero…
..e poi prima di dare il meglio, meglio controllare se wordpress mi lascia finalmente caricare davvero foto o mi illude e basta 😛
enjoy

 

 



E’ la terza volta che riscrivo questo post che doveva essere un altro.
Ok…il mio stato di ebbrezza mi ha impedito ogni volta di ricordarmi in tempo di fare “seleziona tutto e copia, che non si sa mai, così in caso basta fare incolla”
Adesso non ho più voglia di ricordarmi cosa volevo scrivere e come.
…ma il punto è che sul mio blog non avrei…non avevo bisogno di fare tutto questo!!!
Non facevo aggiungi tag+ salva+ pubblica, ma poi spariva tutto in ogni caso e senza sapere perchè. *..cioè..le parole stesse salva e pubblica dovrebbero lasciare intuire che non dovrebbe sparire tutto così nel nulla…*    ((** Bastian!!Atreiu!! aiuto…il nulla ci sta invadendo!**))
Non provavo 3 volte a caricare una foto, e ancora non funziona!…anzi…non è che non funziona..ti prende proprio per il culo!…fai tutti i passaggi dopo aver risolto i vari quiz intelletivi per riuscirci, e una volta clicckato “inserisci nell’articolo” ti fa tutto bianco…te provi ad aspettare tipo mezzora ma resta sempre tutto bianco…
Ma che ooooohhhh!!
Veci…già ci avevate messo tutta l’anima a convincermi a usare wordpress quando ancora funzionava…ora inizio a pensare se sia meglio traslocare al più presto…

Peggio per voi…il post che avrei scritto era proprio una figata..per non parlare della foto…
Cazzi vostri. leggettevi questo sclero sbelinato e amen.
E abbaso wordpress e chi lo usa. me compresa.
Ciao ciao a quando mi tornerà la voglia di scrivere un post…cioè forse mai…



{marzo 9, 2008}   potrei sembrare indiscreta

Potrei sembrare indirscreta…
Potrei sembrare indirscreta…e forse a tratti cattiva….
ma così mi sono abituata fin da piccola…a scrivere le mie cose per non tenermi tutto dentro e poi esplodere…
anche se una volta era un quaderno e oggi una tastiera….

Oggi ho saputo che lei se n’è andata…se n’è andata per sempre…
In teoria non è una cosa che dovrebbe toccarmi molto….il giornale è pieno ogni giorno di necrologi e compagnia bella, e noi neanche ci facciamo caso…
Lei non la vedevo da un bel po’ di tempo…diciamo pure anni…
…faccio quasi fatica a ricordare la sua voce ed il suo sgurado…
…Non avrò mai più l’occasione di sentirla nè di vederlo..
Se n’è andata per sempre…
e sempre vuol dire sempre.
La mamma della mia circa migliore amica.
Quand’ero bocia, al liceo, mi faceva spesso la merenda….
Ora lei, la mia amica, non ha più nessuno che le faccia la merenda…
Io panico e non so cosa dire o cosa fare.
Indirettamente ho già vissuto tutto questo….
Il mio unico vero zio che è stato rapito dall stesso male, e molto più velocemente….lo sguardo di mio padre (suo fratello) che rifletteva ogni nosta paura – sono più vecchio di lui- non faccio sport – non dono il sangue – ho anche due figlie a cui badare –
Però in ogni caso….io non so cosa dirle o cosa fare….
e sarebbe la mia migliore amica….
e questo mi lascia molto perplessa
Non ho trovato niente di meglio da dirle, che sono con lei e sa dove trovarmi per qualunque cosa….,la solita banale cazzata…

Dentro di me….penso i miei pensieri cinici e cattivi…rivedo le immagini di mio zio…
e penso che sinceramente a mia madre augurerei di andarsene in fretta piuttosto che consumarsi piano piano passando attraverso a mille sofferenze.
Sì..decisamente…se dev’essere..più in fretta è, e meglio è…..
In parte suona cattivo vero?
In effetti è facile dirlo, finche tua mamma è ancora qui in piena forma e può farti la merenda ogni volta che vorresti…

E sono fiera di essere cattiva a modo mio…
Mamma…stai tranquilla…non ti lascerei mai soffrire…
E spero di poter essere ancora più cattiva….davanti a certa gente…
C’è ancora gente che in queste situazioni si permette di non mostrare il minimo riguardo….di essere gelosi…di prendersela perchè non ricevono abbastanza attenzioni…di darti contro perchè non li caghi abbastanza mentre hai appena appreso una notizia che trovi shockante…

Cara migliore amica mia…scusami se non sono troppo brava in queste cose….Ma se ti dico che basta un fischio per qualunque cosa e a qualunque ora, te lo dico dal cuore e sinceramente.
Cara madre mia…scusami se a volte sembra tutto l’opposto…Ma ti sono veramente grata per tutte le merende che mi hai fatto (e che mi farai quando ti andrà)
Caro ragazzo mio…scusa se non posso capire il tuo egoismo e il tuo egocentrismo…e…no comment…
Caro amico mio…scusa se non riesco ad essere gentile con te..che interessi solo alla questione in quanto gossip e ti metti a competere per chi è arrivato prima allo scoop….tienti il stupido primato.
Tanto lei se n’è andata per sempre.
E sempre vuol dire sempre.

Piango e ne sono fiera
Ciao, buon viaggio ovunque tu vada…

rock on



neveautos1.jpg

 Stamattina superprestissimo sono stata svegliata per telefono da una persona quasi in “panico” e agitata : ‘ oddio! c’è la neve! devi andare a fisioterapia! ti porto gli scarponi! ti diamo un passaggio in macchina…è tutto bianco!…mettiti la maglia della salute..’
Che robe….già mi immaginavo ,la città bloccata, ad arrancare affondando nella neve.
In realtà non c’era più di qualche centimetro. Già adesso non ce n’è neanche più la minima traccia…
E questa sarebbe neve???

Eppure una volta era normale. Almeno qui da noi.
Svegliarsi la mattina e trovare tutto bianco e affondare la gamba nella neve.
Macchine che non partivano o che non le trovavi.
Gente che non arrivava al lavoro o a scuola a causa della neve.
Da bambini si aspetava l’imverno, e speravi che ti fosse cresciuto il piede così ti compravano i Moon Boot nuovi di un colore nuovo, e potevi andarci in giro ed eri il più figo a scuola.
Andare con gli amici sulle passeggiate del talvera (pieno centro) a fare le slittate.
Mi ricordo che quand’ero bambina a volte staccavano l’acqua sennò ghiacciavano i tubi o robe simili.
Quando mia mamma è uscita dall’ospedale dopo che è nata mia sorella c’era un sacco di neve…neve vera e duratura…ed era inizio novembre….

Tutto questo adesso, detto così, sembra quasi assurdo.
…Eppure una volta era normale…

povero mondo



hpim1051.jpg

 E’ successo che il quotidiano locale Alto Adige ha indetto l’elezione del bolzanino dell’anno. Da una lista di nomi si poteva votare, ma se ne potevano anche suggerire altri.
E’ successo che io sono abbastanza alienata e non bado molto a queste cose, ma
Oscar casualmente in radio mi ha fatto riflettere a riguardo.
E’ successo che mi sono unita a Oscar per proprorre e sotenere
Mario come bolzanino dell’anno.
Sinceramente inizialmente a tutta la faccenda, in tipico stile Joe…, non avevo dato molto peso quasi ignorandola….più o meno trattandola al pari di un volantino delle tante infinite offerte natalizie che scorri velocemente e poi cestini, di un qualunque supermercato (il quotidiano alto Adige in fondo per me è circa questo)

Ma d’altronde come si dice bisonga iniziare dal proprio piccolo (anche perchè qui non è che ci sia molta scelta…in fatto di quotidiani come in fatto di molte altre cose), e dopo che oggi mi sono vista citata sul giornale proprio per questa faccenda…

IO SOSTENGO MARIO E SPERO CHE SIA MESSO TRA I VOTABILI! E SOSTENIAMOLO!


Una persona che ha amato e ama Bolzano, una persona che mettendosi in gioco ha fatto uscire Bolzano dall’ombra dei monti che la circondano, un grande artista (stuccatore veneziano…e vi auguro di poter restare anche voi senza fiato davanti a certe sue opere) che ha dato colore alla città dando il suo contributo artistico a molti locali,
L’unico, da quando io abbia memoria, che ha fatto parlare così a lungo di Bolzano senza tirare in ballo le menate etnico-linguistiche del cavolo di questa cavolo di città.Una persona buona e sensibile ma forte, che ha avuto i coglioni di fare quello che credeva fino in fondo…Pagandone le conseguenze dall’inizio alla fine ma senza mai fermarsi, anche se forse non aveva idea di cosa lo aspetasse all’arrivo e al ritono e neanche alla partenza…Un bel giorno ha preso un bellissimo carretto votivo, costrutito da lui, e si è incamminato da Bolzano per arrivare fino a Roma. Io(in qualità di reporter) ho avuto la fortuna di raggiungerlo e accompagnarlo per qualche giorno…e ancora oggi non ho le parole per descrivere una tale avventura…

Se ne è parlato in mille modi e toni,sui giornali e in tivù, ma la verità la sa solo lui del perchè e per come abbia fatto questa cosa.
Forse non la dirà mai a nessuno, perchè l’importante è solo portare una cosa alla fine quando la si inizia, perchè se ne é convinti e ci si crede.Questa è la vita.

Così lui ha percorso tutti quei chilometri,pianure e montagne, strade statali a pelo dei camion tirando un carretto tecnicamente molto poco funzionale, sotto il solleone o sotto la pioggia e dormendo sotto le stelle (o sotto la pioggia)

Insomma si è fatto un culo tanto.

Così come fa la gente comune, che sarebbe la maggiorparte della popolazione di Bolzano e di qualuqnue altra città…Che si deve fare un culo tanto ogni giorno, nel bene e nel male….Che non può bullarsi sapendo che tanto ha il culo parato e i milioni in banca…come tanti altri che sono già in lizza per il titolo…

Per questo, Mario Balducci, secondo me deve essere il bolzanino dell’anno.

E credo, anche secondo voi…a meno che non siate storditi…
Andate qui se lo troate votatelo. Se non lo trovate potete supportarlo qui scrivendo un commento.
Per una volta è semplice (e ha un senso).

*vai “zioooo”!!! sei il migliore!*

E se volete intanto gustatevi un po’ di belle foto qui e qui e qui e qui e qui e qui in giro

rock on and enjoy



Quello che scriverò potrà sembrarvi una gran cagata o anche alquanto infantile, ma daltronde a volte si ha bisogno di queste cose…gioire delle piccolezze.
Inoltre questo è il mio blog, dunque ci scrivo quello che mi pare. 😛

I casi della vita…
una lunga catena di casi della vita…
Ultimo anello, per caso stasera,che ero già in giro, leggo l’ultimo commento dell’Oscar al mio post precedente… E mi ritrovo al Circolo Masetti a sentire un tizio che suona del blues.
Devo dire che non è proprio il mio genere, cioè..non riuscirei a casa a mettermi su un cd suo e ascoltarmelo dall’inizio alla fine, ma la musica dal vivo è tutta un’altra cosa.
Lui era pure simpatico, e riusciva a comunicare col pubblico (4 gatti e mezzo), nonostante fosse texano e il 90% non parlasse neanche mezza parola d’inglese. …Neanche tra noi Bolzanini/concittadini riusciamo a comunicare così a volte…

Così tra una ciacera e l’altra con gente varia e una birra, mi sono “illuminata” e ho pensato “ma che ccàvoli. ora che siamo quelli dei Suoni Collaterali di radio tandem, ci scappa “l’intervista” “

Così dopo aver “stressato” metà gente del Circolo Masetti, e aver aspettato pazientemente la fine della performance, e gli autografi ecc. Eccomi al bancone a prendere appunti.
E stavo facendo la prima “intervista” della mia vita.
Qualcuno penserà…se per te fare due chiacchiere con mister Terry Lee Hale è un’intervista…
Beh, lui è uno che suona, io gli ho fatto delle domande e lui mi ha dato delle risposte.Per come la vedo io è un’intervista.
Alla fine, poco importa se sto Terry Lee Hale non l’avevo mai sentito nominare prima *e secondo me neanche voi*
Ma il tutto è stato troppo fantastico.
Sarà che la musica x me è sempre stata importante,un mio mondo sicuro dove potermi nascondere che mi ha “salvata” dalla mia infanzia/adolescienza squilibrate;
e potermici “infiltrare” per una volta, invece di essere la solita spettatrice, e sentirmi dall’altra parte a me non mi sembrava vero.
Poi, con sta storia della radio noi siamo partiti così un po’ allo sbaraglio e per sport *e lo spirito spero resti sempre circa quello, perchè se ti stressi poi non ti passa più*,
e sentirmi dire…a me…una bocia bacata allo sbaraglio, da un musicista “famoso” di 54 anni, che suona da 40 anni ed è arrivato fino dal texas….che il nome del mio nostro programma è una figata e facciamo bene, e meno male che c’è qualche giovane come noi, e che è molto lieto che gli abbiamo fatto le nostre domande ecc, e la gente intorno che ti fissa come se fossi il più figo del reame… per me è stato il massimo.
Per una volta, dopo non mi ricordo quanto mi sono proprio sentita “cool”, al posto giusto nel momento giusto, e che stavo facendo qualcosa che era proprio da joe e aveva un senso, e mi interessava.
Bella lì.

Sì ok…di questo dovrei scrivere sul nostro blog della radio, ma lì dovrò essere “Radiofonica” e “professionale” , non posso scriverci i miei scleri emotivi.
Poi dovrò riportare la mia “intervista” ben tradotta e lucidata, e ora ho troppo sonno..domani si lavora, devo andare a dormire e sognare della joe d’assalto.
😉

rock on



tenda_casetta.jpg 

Visto che ormai siamo in tema di casa, anche se è passato
qualche tempo dalle parole del simpaticone ministro Schioppa, 
vorrei segnalare una lettera molto carina che mi è stata inoltrata
via email (forse sarà già arrivata anche a vari di voi)

***vi avviso che sarò prolissa, chi vuole saltare i miei scleri e leggere
direttamente la lettera, vada giù fino al color lampone shocking***


Il tema della casa mi sta abbastanza a cuore,
e anche se il ministro si è espresso così simpaticamente
ormai qualche settimana fa, noi comuni mortali ci sbattiamo
il naso contro ogni santo giorno.
Seppur non rientro nella categoria dei bamboccioni,
mi sono in ogni caso sentita molto offesa dalle parole del ministro.
Sono stata educata con un certo buonsenso,qualche kilo di valori,
e un po’ di senso pratico.Così per necessità di tempo e lavoro
nonchè per rispetto, anche a casa dai miei non si è
mai vissuti da bambocci : per me è sempre stato
normale ( e spontaneo) lavare/cucinare/stirare/pulire ecc.
Ora abito da sola da 2 anni e mi mantengo, più gli anni che
abitavo altrove per studiare e cmq contribuivo come potevo,
più mettici che ho “solo” 25 anni, mi pare proprio di essere
ben lontana dal poter passare per bambocciona.
A volte però vorrei essere un po’ più bambocciona.
Al momento non posso neanche immaginare di permettermi
un mutuo visto che sto ancora studiando, che ho solo 1 anno di
anzianità di lavoro e un sacco di altre cose.
Ma io a casa non ci volevo proprio più stare,
così ho dovuto andare ad abitare in una casa in affitto.
Però gli affitti a Bolzano non te li tirano certo dietro.
E neanche gli stipendi. Mettici che vorresti finire gli studi
e neanche i libri e l’università son gratis,
e con i miei 900 euri scarsi al mese sono troppo ricca per
ricevere una borsa di studio…
Se potessi arrotonderei in qualche modo,
ma lavorando 6 giorni su 7 con orario spezzato
non ho il tempo materiale per un secondo lavoro.
Meno male che esistono gli inquilini!
Così divido la mia casa e il modico affitto di 1000 euri-utenze-escluse,
con altre 2 persone.
In fondo ci stiamo bene nel nostro 3stanze-cucina-bagno.
Non abbiamo il soggiorno ma almeno le stanze sono spaziose,
e i muri non cadono a pezzi.
Ogni tanto qualche problemino di convivenza e/o organizzazione
salta fuori (vedi post precedente) ,
e a volte ti esaurisci coi turni x usare il bagno/turni x invitare
gente a cena sennò tutti non ci stiamo/turni per pulire/turni
per comprare la carta da culo/turni x cucinare/turni x usare la lavatrice…. ma tutto sommato la media è salva.
A questo punto, ci sono dei momenti in cui mi chiedo…
ma dovrò vivere così tutta la vita?
Per ora che sono una balda giovine, la situazione mi va anche a genio.
Ma poi?
Dovrò fare vita di turni per sempre?
Io-mio compagno-i-figli-e gli inquilini?
Se una casa 3stanze-cucina-bagno ti costa 1000 euri al mese,
e uno stipendio medio di una persona qualunque
stando larghi è sui 1100/1200 euri…uno poi come vive?
Ovvio uno se ne potrebbe andare ad abitare col suo amore
in una casa più piccola…
Però scusate se mi sembra giusto che se magari metti su famiglia,
i tuoi figli sarebbe carino che non dovessero dormire
per tutta la loro infanzia e adolescenza insieme ai genitori,
ma abbiano una stanza loro.
Allora 1200 x 2 = 2400 ; 2400-1000 = 1400
Ti restano 1400 euri per vivere.
Per mantenere 3 persone (non facciamo gli esosi e mettiamo che ci fermiamo a un figlio solo) 1400:3 = 466,66
Ti restano 466 euri al mese a testa per :
pagare le bollette,comprare i vestiti, comprare il cibo,
andare dal dentista/medico/ecc ,
fare sport (mica vuoi che tuo figlio cresca rachitico)
pagare l’abbonamento dell’autobus e/o la benzina(se puoi permetterti una macchina), pagare l’asilo/la scuola/la babysitter ecc ecc.
Eh la bella vita!
Nel frattempo regaliamo questi (solo) 1000 euri al mese
al signor padrone di casa che possiede solo
altre 4 case, ed è così premuroso che aspetto da un anno
che venga ad aggiustare lo scaldabagno.
Se fossi un po’ + bambocciona, anche contribuendo
alle spese di casa, potrei quei soldi dell’affitto mettermeli
da parte e un domani avere qualche speranza
in più+ per comprarmi una casa tutta mia.
Che probabilmente finirò di pagare da vecchia,
ma almeno non avrò buttato quei soldi per regalarli
a qualcuno già troppo ricco,
e appena sarà diventata mia potrò rivenderla
per pagarmi l’ospizio e non pesare sulla famiglia.
Così potrò evitare di costringere i miei posteri alla vita
che fanno anche tanti miei conoscenti, che devono per forza fare i bamboccioni e stare a casa per permettere ai genitori
di non morire di fame o essere sfrattati, che con la splendida
pensione minima che ricevono non potrebbero permettersi
neanche di stare sotto un ponte.

Sinceramente mi sento un po’ un cane che si more la coda…
e stando dentro a questa specie di circoli viziosi,
in cui chi meno ha più fa e più paga, e chi più ha meno fa
e più riceve, mi chiedo..ma forse…
….bamboccioni si nasce?
E’ tipo una specie di condanna che ti appioppa il destino?
Come un bambino che per caso nasce o no nel terzo mondo, e di conseguenza è costretto a fare la fame oppure la scampa,
così la nostra vita è ormai (e di nuovo, come nei tempi antichi) condizionata dalla famiglia in cui nasciamo?
Se nasci in una famiglia piena di soldi dove ti regalano
o erediti in tempi ragionevoli una casa sei apposto.
Se nasci in una famiglia nella media, pagherai affitto o mutuo
a vita,o starai a casa fino a 40 anni per metterti via i soldi.
Se nasci in una famiglia messa un po’ + male dovrai vivere
con tutto il parentado a vita?
Qui in Italia i giovani stanno diventando “i morti di fame”
della parte ricca del mondo occidentale?
Rimuginando su questa domanda,
vi lascio alla lettera che mi è arrivata stamattina,
scritta da un genio anonimo.
Pregherei i nostri ministri, prima parlare ancora,
di prendere contatto con la realtà e il mondo vero.
Mi viene il latte alle ginocchia a pensare che l’Italia sia
guidata da gente che non sa neanche cosa succede
davanti al loro naso.
Ma saranno parenti di Maria Antonietta?
Povero mondo!

“Gentile Ministro Padoa Schioppa,
Sono un ragazzo di 30 anni, lavoro come operaio,
vivo in periferia di una grande città e, ahimé¨,
vivo ancora a casa dei miei.
L’ altro giorno ho sentito le sue parole in tv,
e mi sono immediatamente identificato in coloro
che lei definisce “bamboccioni”,
quei trentenni che lei vorrebbe “mandar fuori da casa”.
Mi sondetto: “Grande Ministro, Lei ha ragione”.
Mi sono così rivolto alla mia Banca per ottenere un mutuo.
“Grande Ministro, avrò finalmente una casa tutta mia”, ho pensato!
Guadagno 1.000 Euro al mese +13esima e 14esima,
le quali spalmate in 12mesi mi garantiscono un
reddito mensile di 1.166 Euro.
Visto che la rata mutuo non può superare 1/3 dello stipendio,
mi posso permettere una rata di 388Euro al mese.
Con questa rata mi viene concesso
un mutuo di 65.770 Euro in 30 anni
(se aspettavo un altro po’, vista l’età, non me lo
concedevano un mutuo trentennale…
Grande Ministro, grazie per avermi fatto fretta!)
Con il mio bel preventivo in tasca, ho deciso di rivolgermi immediatamente ad uno studio notarile,
per farmi preventivare le spese che dovrò
sostenere per acquistare una casa.
Dai 65.000 e rotti Euro, dovrò infatti togliere:
– Euro 3.000 circa di Tasse in fase d’acquisto
(“solo” 3.000 euro visto che è la mia Prima Casa!
Grande Ministro, grazie)
– Euro 2.500 circa di Notaio per l’acquisto
-Euro 2.000 circa di Notaio per il mutuo
– Euro2.500 circa di Allacciamenti alle utenze acqua, gas, enel.
Per untotale di Euro 10.000 circa
Beh… ho ancora a disposizione ben 55.770 Euro
per la mia casetta!
La dovrò arredare, ovvio, mica posso dormire per terra…
Mi sono rivolto così ad un mobilificio, per ora posso accontentarmi di una cucina, un tavolo con 2 sedie,
un divano a due posti , un mobile tv, un letto matrimoniale,
un armadio e due comodini…
il minimo, ma mi conosco,mi saprò adattare.
Euro 7.000circa, se i mobili me li monto io!
Beh… pensavo peggio!
Ho ancora a disposizione ben 48.770 Euro
per la mia casettina,
sono sempre 90 e rotti milioni di una volta!
Grande Ministro, grazie!
Entro gasatissimo in un’agenzia immobiliare,
E’ arrivato il momento…
Con 48.770 euro mi dicono che posso acquistare:
– un garage di 38 mq. al livello – 2 di un condominio di 16 piani;
– due cantine (non comunicanti tra loro) di mq. 18 ciascuna nel condominio adiacente.
Per l’abitazione più piccola ed economica
– un bilocale trentennale di 45mq. al piano
seminterrato di uno stabile a 20 km dalla città –
dovrei spendere 121.000 Euro!
Me ne torno a casa Ministro, a casa dei miei,
ovviamente!
Ho fatto quattro conti: per potermi permettere
quel bilocale, dovrei:
– o indebitarmi per altri 63 anni,
quindi l’ultima rata la verserei finalmente a 93 anni!
-oppure dovrei guadagnare 3.000 euro al mese!
Grande Ministro,grazie!”



{ottobre 24, 2007}   ti elimino di brutto

Eccoqua,
alla fine mi dicono che sono stata eliminata dal
concorso delle foto brutte del dott. paolo bitta, perchè ho linkato un album e non le singole foto. Questo non c’era scritto nelle regole quindi io non ci avevo proprio fatto caso. Un’altra volta imparo a non muovermi prima e a non leggere tutti i 116 commenti del post. (e magari voialtri imparate a scrivere le regole come si deve).

Cmq poco importa, non avrei cmq vinto ne sono certa. E mi ci ero messa tanto per fare. Più che altro volevo cogliere l’occasione per sbandierare un certo mio stress che ultimamente mi assillava, e soprattutto rivelare i motivi della mia “cattiveria”, a chi mi solleva obiezioni sui miei metodi, riassumibili in : ti elimino di brutto.

Tutte le foto brutte tranne una sono state scattate a casa mia.

Ora non voglio dilungarmi sulle vicende di Casa JOe, magari un’altra volta.

Vi presento…il mio inquilino…è un tipo discreto, non lo incontri quasi mai faccia a faccia. Ma la sua presenza in casa lascia sempre una traccia…

dscn0078.jpg  cicche.jpg   dscn0075.jpg    dscn0076.jpg

 dscn0081.jpg    dscn0087.jpg    dscn0091.jpg

scusate..forza dell’abitudine…volevo dire EX INQUILINO *ma sììì ma vàààiii*

😛 8)



et cetera