colLateral Thoughts











Come avrete visto ultimamente mi sono data un po’ alla danza della latitanza, ma di questo forse scriverò più avanti.
Per ora penso il mio silenzio meriti un break. Pane al pane e vino al vino. quando c’è lo stile mi piace riconoscerlo.
Come diceva mio nonno “non è cosa fai, ma come lo fai a fare la differenza.”

Come saprete ho partecipato al contest fotografico WinterSlice.
L’ho fatto per puro divertimento e passatempo senza pretese, come quasi sempre faccio ogni cosa. Però i
ghiotti premi in palio, devo ammetere che mi avevano dato qualche motivazione in più…se non quasi qualche nota di competitività.

Mai avrei sperato nei premi giuria (riconosco i miei limiti….e ancor di più li sbandiero davanti a fotografi professionisti), e infatti non ne ho vinto nessuno.
Però è andata a finire che mi sono classificata prima a
parimerito per la foto che ha ricevuto più voti dai lettori.
Se mi fossi autovotata, come altri hanno fatto, avrei vinto.
Se non avessi votato la mia “rivale” (chi non fa un minimo 2+2 in una situazione simile?…io) avrei vinto.
Per decidere il vincitore alla fine era stato deciso un
ballottaggio anonimo tipo estrazione a sorte.al quale sono seguite non poche polemiche dai miei fan, e penso anche dagli altri visti i commenti * se ti dicono di votare “busta a” o “busta b” che cavolo voti il nome della tua foto preferita? non sai leggere le istruzioni?io penso di sì*
Il mio primo pensiero di urtamento sinceramente è stato “fanculo alla sportività, la prossima volta mi auto-voto anch’io” e poi “che cazzo c’entra un’estrazione con un contest fotografico??Allora fai una lotteria”

Ma alla fine arrivò lo sponsor, che ha deciso di dare a tutte e due i premi.
Niente estrazioni, niente ballottaggi.
Non si sa se il premio sarà uguale al previsto e doppio, o diverso. Ma non importa.
I Signori della
Compagnia Del Cavatappi sono stilosi punto e basta. E mi sembra giusto spezzare una lancia in loro favore.
Così si fa! Bravi! alleluja, in questo povero mondo esiste ancora della gente che possiede un po’ di stile.
Non è fare lo sponsoro che fa la differenza, ma come lo si fa.

Inoltre mi son fatta un giretto sul loro sito, e mi sa che presto farò un po’ di shopping. Ma questa è un’altra storia.

Intanto colgo l’occasione per ringraziare anche Andrea che ha organizzato il contest, un santo che riesce a stare dietro a tutto e tutti e a gestire le situazioni più impensabili, nonchè tutti quelli che hanno votato le mie foto…
…grazie! tutti a CasaJoe per gustare il prelibato premio, qualuqnue sia! 🙂

enjoy and take care.



winter_slice300ban.jpg

E questa volta, seppur sempre verso le ultime ore, sono stata puntuale.
E’ ora del
winter slice contest.
Inverno a tutta birra, almeno su internet. Perchè qui la situazione meteo lascia alquanto a desiderare.
Avendo inoltre
“perso” la mia macchina fotografica, ho dovuto rovistare nei miei archivi.
Spero di aver rovistato bene.
Vi lascio intanto le mie foto. Le altre le potete vedere sull’apposita
gallery.
E se stesse passando di qua, qualche ritardatario ispirato, può leggersi
il regolamento e partecipare entro la mezzanotte di oggi.
Tenete d’occhio il blog di
Andrea, organizzatore del contest, così se si va potete anche votare e aiutare il vostro autore preferito a vincere i prelibati premi messi gentilmente in palio dalla compagnia del cavatappi
enjoyz 8)

tutti-pronti-per-la-neve-mini.jpg
tutti pronti per la neve

il-guardiano-della-neve-mini.jpg
il guardiano della neve

ero-un-fiume-mini.jpg
ero un fiume

aspettando-la-primavera-mini.jpg
aspettando la primavera



Qualcuno diceva: “l’idiota cade sulla schiena e si graffia il naso”
In questi giorni mi sento molto un po’ idiota. (sto ancora cercando la mia borsa..anzi ci ho rinunciato)
E sto giro, invece che sulla schiena, sono caduta….sul dorso. 😀

Le poesie dorsali……Avevo scattato le foto ecc.
Poi tra che stavo male col braccio…tra che non mi ero prorio accorta che la faccenda si era trasformata in un
contest
Forse ho perso il treno.
Ma come detto non mi importa. Le lascio volentieri ai posteri anche se forse non sarò votabile.
In attesa dei posteri, le lascio a voi. (insieme alle mie scuse per
Mauro….mi sa che nella fretta ho mandato vie email le foto “sbagliate”, cioè quelle non ridimensionate…..scusa!) 😛

ecco qua sotto le mie poesie-dorsali, generate dall’assembamento in “gruppi sensati” dei libri che ho letto (o riletto) in questi giorni di infermità.
Vi consiglio poi, di farvi cmq un giro sulla
gallery del contest. Ci sono cose carine. se poi volete, votate qui
enjoy.

dorsali4.jpg

Stupore e tremori:
Il corpo sa tutto.
…Mi piaci da morire…
*vorrei che fosse lei*

dorsali3.jpg

Le ricette della mamma per studenti e altri single:
Via da casa, corri fiero..vivi libero.
Senza mai fermarsi.

dorsali2.jpg

 Alice: i giorni della droga.
Facciamo un gioco?
Vacanze contromano, gita al faro.
Tutte le strade dall’Avana portano al mare.

dorsale1.jpg

 Tre ragazzi immaginari:
Matilda, Il Piccolo Principe, Paddy Clarke ah ah ah!
sul Gringo Trail



{gennaio 9, 2008}   meglio storditi o pigri?

Sono stordita.
Me lo dico da sola.
E non è uno di quei dire per sentirsi dire “ma no, ma dai non è vero” e cose simili.
E’ un dato di fatto.

Però a volte credo che sia giustificato, se non d’obbligo, essere storditi.
E’ la gente pigra intorno, che si bulla pure di non essere stordita come te, che mi lascia perplessa.

Così domenica ero su un treno che tornavo da Padova, a Verona dovevo cambiare e tutta tranquilla scendo dal primo e salgo sull’altro treno….
Proprio quando annunciano che il treno era in partenza mi si riaccende il mezzo neurone…
“cazzo avevo un’altra borsa!”
Sì! Mi sono dimenticata la borsa sul treno!
Così, come niente fosse.
Sono salita con le mie belle due borse, ma poi sono scesa con solo una borsa!
Non sto qui a spiegarvi tutta la storia, dei due giorni assurdi che ho passato, la mia situazione psico-fisica disastrata, e il fatto che sono una terremotata mentale ecc. ma fidatevi che ci stava. Doveva andare così.

Una volta riaccesi i neuroni, meno male non si sono spenti subito.
Avevo due possibilità. Saltare giù dal treno e perderlo e restare a Verona bloccata fino a chissà che ora della notte **domenica sera gli orari dei treni fanno schifo** , oppure rassegnarmi e restare sul treno e pensare al da farsi.
Il mio mezzo neurone, pensando che alle 9 di domenica sera se non vanno i treni non va neanche il resto, quindi non risolvevo niente (inoltre il treno con la borsa era già ripartito da un pezzo), ha scelto la seconda opzione **da questo deduco che fosse rimasto acceso…spero che sia così sennò son proprio messa male**

Cosa più sensata da fare. Quando arriva la tipa che controlla i biglietti le spiego la situazione.
Sinceramente volevo aspettare di arrivare a Bolzano, per sfuggire all’umiliazione delle risatine e degli sguardi al cielo di tutti gli altri passeggeri.
Ma poi ho avuto un moto di altruismo e ho fermato la tipa.
Cioè io più che altro mi facevo le paranoie che fermassero il treno panicando perchè forse c’era una bomba e invece era solo il mio pigiama. Mi sembrava carino dirgli subito che era solo il mio pigiama e di non stare a panicare pensando subito ai terroristi. *una volta son stata su un treno fermato per una presunta valigia-bomba che poi era solo una valigia. è stata una menata infinita*
L’omina dei biglietti tutta gentile e ben fornita di calma e gesso, estrae il super cellulare di servizio e chiama l’omino dei biglietti dell’altro treno per avvisarlo.
Tale omino….Si è rifiutato di farsi un giretto sul treno per vedere se la mia borsa c’era. Se mi fossi ricordata su che carrozza ero, ci sarebbe andato al volo..o almeno così diceva.
Ma siccome sono una bocia stordita che oltre a dimenticarsi la borsa, non si ricorda la carrozza dove stava  * ma chi non si ricorda numero di carrozza e posto ad ogni viaggio che fa? soprattutto se non hai prenotato…* ha deciso che non me lo meritavo e che era troppo indaffarato….Anzi…io non l’ho detto alla controllora che era lì con me…ma ho sentito ben distintamente uscire dal suo super cellullare una cosa tipo “che palle, non ho voglia”. Poi però molto gentilmente ha aggiunto “vedremo a Milano quando il treno ferma, se quelli delle pulizie la trovano”.
Ora…io sarò anche stata stordita un sacco, ma mi pare di aver pagato a sufficienza tra sguardi strafottenti degli altri passeggeri mentre raccontavo la storia alla controllora, aver perso forse per sempre la mia borsa preferita compagnia di mille avventure, essermi trovata di lunedì mattina alle 7.30 senza il becco di un pettine, nè la goccia di un deodorante (erano nella borsa ovviamente) e dover essere alle 8.00 a fisio-terapia, roba che mi sveniva la omina delle terapie e poi moriva x colpa delle mie ascelle-atomiche-post-treno, aver perso il caricabatterie del cellulare e ovviamente avere la batteria già quasi scarica.
E soprattutto….no, non tanto che ci fosse la carta d’identità e ora forse un delinquente gira col mio documento…quella basta rifarla….ma soprattutto….c’era dentro la macchina fotografica….
Per di più con dentro le foto per il
winter slice….
Più lo shock del fatto in sè…
Io..viaggiatrice incallita….studentessa fuori sede per mezza vita, lavoratrice pendolare….una che sui treni praticamente ci viveva spavaldamente… l’ho fatto! Mi sono dimenticata la mia borsa!!! E’ stato un vero e proprio trauma ve lo giuro.
Cmq…non c’è da discutere che ho pagato la mia scarsa ossigenazione ai neuroni.
Ma l’omino del treno????
Che cazzo di mminchia vuol dire che non hai voglia???
O anche come hai detto tu….che sei troppo indaffarato??? Indaffarato x cosa? il tuo lavoro non è girare x il treno??
Hey john…! Io strapago un cavolo di biglietto del treno, per andare ancora sui treni del due.
Quindi ti ho pagato anche per camminare su quel cavolo di treno!
28,50 euri per fare Padova-Bolzano mi sembrano ben abbastanza perchè tu ti faccia una vasca sul tuo cavolo di trenino lercio e sbilenco, guardando se vedi una roba azzurra con attaccata una balena!
Scusa caro omino del treno….ma io credevo che il lavoro del controllore fosse fare su e giù per il treno e controllare i biglietti! E allora già che stai andando cmq su e giù…ti costa guardare in alto ogni tanto? O hai qualche problema di cordinazione oculo-manuale e spazio-motoria?
O forse mi stai dicendo che se devo andare da Verona a Milano, posso tranquillamente salire senza biglietto perchè tu non fai il tuo cavolo di lavoro e non controlli i biglietti?
…Forse volevi solo intascar… *ops*
Allora caro omino del treno perchè non prendi lezioni da una povera stordita? La prossima volta, vai a cercare la borsa e ti intaschi la macchina fotografica e i caricabatterie e anche i cioccolatini di natale te li lascio come mancia. Poi dici che l’hai trovata non so dove,tipo in bagno, che qualche sfattone del cavolo forse l’aveva presa e abbandonata e mi rimandi indietro la borsa, con il pigiamino che tanto a te non ti dona, e magari gli assorbenti e il deodorante che costano un sacco.

Cmq..sto povero mondo sta andando a rotoli….
Una volta, per ogni sfigato della scuola c’era il figo della scuola.
Per un imbranato c’era uno agile.
Per un secchione c’era uno sciallato.
Per ogni borsa rubata c’era un ladro.
E per ogni stordito c’era un non-pigro gentile.

Oggi giorno questa specie di equilibrio del cavolo millenario, è andato proprio a ramengo, e non ci resta neanche più il diritto di essere storditi quando serve.
Io sinceramente preferisco essere stordita ma non pigra.
Povero pigro mondo.



Anche se sono stata silente causa mio infortunio, belli miei vi ho osservati e letti.
Ecco qui che oggi passo da Andrea e mi si illuminano gli occhietti alla vista di…

prosciutto2.jpg

 

..questa cosa meravigliosa che con un po’ di fortuna potrebbe diventare mia….o vostra.
La Compagnia Del Cavatappi (che gentilmente sponsorizza anche il contest WinterSlice di Andrea) ha organizzato questo contest, a cui è molto semplice partecipare. e Il premio è un prosciutto di 10kg circa!!!! woooow!
Viste le sfortunelle che ho avuto ultimamente…potrebbe essere l’occasione buona per la mia fortuna di farsi perdonare. eheh.
Ringrazio La Compagnia Del Cavatappi, che tra l’altro cmq vada, io mi farei un giro sul sito che a me non dispiace affatto e inoltre in questo periodo può essere un buon aiuto per le feste imminenti.
Finalmente nel mio periodo di infortunata immobilina c’è un contest e un post alla mia portata.
A voi non fa gola questo bel prosciuttello? basta che scrivete un post dedicato e scegliete un numero qui da 1 a 90. il primo estratto sulla ruota nazionale nell’estrazione del 5 gennaio, vince.
Semplice no?

Confido nella mia fortuna e sennò, per gustare certe delizie, non mi resta che sbrigarmi a guarire e poter scattare la miglior foto per il WinterSlice. hihihi

enjoyz & rock on

😉



{ottobre 24, 2007}   ti elimino di brutto

Eccoqua,
alla fine mi dicono che sono stata eliminata dal
concorso delle foto brutte del dott. paolo bitta, perchè ho linkato un album e non le singole foto. Questo non c’era scritto nelle regole quindi io non ci avevo proprio fatto caso. Un’altra volta imparo a non muovermi prima e a non leggere tutti i 116 commenti del post. (e magari voialtri imparate a scrivere le regole come si deve).

Cmq poco importa, non avrei cmq vinto ne sono certa. E mi ci ero messa tanto per fare. Più che altro volevo cogliere l’occasione per sbandierare un certo mio stress che ultimamente mi assillava, e soprattutto rivelare i motivi della mia “cattiveria”, a chi mi solleva obiezioni sui miei metodi, riassumibili in : ti elimino di brutto.

Tutte le foto brutte tranne una sono state scattate a casa mia.

Ora non voglio dilungarmi sulle vicende di Casa JOe, magari un’altra volta.

Vi presento…il mio inquilino…è un tipo discreto, non lo incontri quasi mai faccia a faccia. Ma la sua presenza in casa lascia sempre una traccia…

dscn0078.jpg  cicche.jpg   dscn0075.jpg    dscn0076.jpg

 dscn0081.jpg    dscn0087.jpg    dscn0091.jpg

scusate..forza dell’abitudine…volevo dire EX INQUILINO *ma sììì ma vàààiii*

😛 8)



come sempre mi prendo all’ultimo momento (scadenza fra mezz’ora), ma alla fine ce l’ho fatta anche con il contest dell’isola dei feaci, sulla mimesi dell’arte.
Causa tempo scarso e altre menate, non mi son impegnata più di tanto, ma qualcosina ho mandato.
Cmq vada è stato fortissimo e secondo me è il contest più originale e divertente che ci sia stato finora. braf braf!
Intanto eccovi le foto che sono riuscita a mandare, vi consiglio cmq di visitare la galleria del contest, ce ne sono di molto carine.

enjoy 🙂

maree-basse-a-pourville-riferimento.jpgbassa-marea.jpg

la-creazione-riferimento.jpg

la-creazione-in-cucina.jpg



{settembre 16, 2007}   AUTHORITY OF A SUMMER

 Ecco qua…sempre all’ultimo momento ma sempre c’è la joetta quando si tratta di mandare foto in giro.

Tanto per cambiare è stata colpa dell’Andrea se ho scoperto questo contest che si chiama Authority Of A Summer, ed è stato indetto da Samuele Silva.
I premi (da paura) li han messi in palio tal Rebelio ed Apogeo.

Ci sono già un sacco di foto,c’è una vera e propria giuria..mica banane, e molta gente ne sa proprio un sacco…insomma tanta robba…eh
Riconosco i miei limiti ma io ce provo.
Ecco le mie 5 foto. Tutte le altre foto del concorso le potete vedere su Flickr
enjoy!

flowermum.jpg    unarinfrescatina.jpg   malabarista.jpg  grigliata.jpg  friendsshadow.jpg



CLICK ON THE ROAD CONTEST :
3° posto in classifica e premio simpatia per la Joe !!! (joe1) !! 😉

yeeeee!!! olè olè olè!!
tralllalalllallalalala  gnè gnè!  😀 😉 😀

hihi!

Grazie a tutti, grazie! sono veramente colpita. era solo una cosa così per scherzo, mai mi sarei aspettata questo…nè da parte di ki mi conosce di persona, nè da gli altri.
grazie di aver perso un minuto del vostro tempo e aver votato me, o le mie foto  *commossa*  😛

ora per una volta nella vita, potrò bullarmi un po’. joe rulez!
hihi!
🙂
rock on!



et cetera