colLateral Thoughts











In italia la mia (futura se tutto va bene) professione non esiste, non è regolamentata ecc. ecc.
Quando va bene ti sottopagano (4euro all’ora), quando va male ripiegano sui mezzi tecnologici per fare senza di noi, ed ecco il risultato…

Lo stesso ministero dell’istruzione…cioè coloro che pure si occupano della mi formazione per il mio futuro lavoro…cioè un ente istituzionale…cioè un bando ufficiale…
hanno preferito tradurre con google translator e neanche si son degnati di revisionare.
Così che pecorino (il formaggio) diventa magicamente “doggy style” (la posizione “a pecorina”)
Forse adesso hanno capito che anche noi serviamo a qualcosa, ma come sempre è servita una figuraccia internazionale per arrivarci.

ma che oooh.

(per tutta la storia più dettagliata, qui )

Annunci


{giugno 4, 2010}   lo sciopero del tonno

non è il tonno che è entrato in sciopero…anche se…se potesse sarebbe meglio che lo facesse.

sono io che sto facendo lo sciopero del tonno.
ho deciso di non mangiare più tonno. O se proprio devo, di mangiarlo rarissimamente.
Devo ammettere che talvolta è dura. La “scatoletta salvavita” in certi momenti mi manca ben. Soprattutto in questi giorni che il piano c sta correndo a tutto regime, la tentazione di un pasto proteico e che ti sazia pronto in 2 minuti arriva spesso…. Ma vabeh..alla fin fine era più per abitudine forse. Ci sono un sacco di altri pasti nutrienti pronti in 2 minuti, è che magari uno prima non ci faceva caso. (per non parlare del sushi che adoro…ma anche lì ce n’è tanti di gusti…)

Non sono impazzita. O forse sì….Nel senso che chi me lo fa fare? Di certo il mio “sciopero del tonno” non cambierà molto. …forse addirittura niente….
Non lo so. So che se penso una cosa, mi va di agire di conseguenza per quanto posso.

Qui potete godervi il perchè.

enjoyz



 

Ecco..io lo dicevo…
E alla fine avevo ragione.
Non è ancora finita tutta la faccenda, cmq per intanto..
Mi sono beccata il 6% di invelidità per il mio
infortunio.
Io lo dicevo che la spalla mi fa sempre ancora male…
Allora..tutta quella gente che mi diceva “dai che
non è niente!” oppure “ma no è che ti sembra ti stare male”, o “ma non è che ti sei fissata psicologicamente?”
Beh belli miei…scusate se smonto i vostri tentativi di improvvisarvi psicologi da reparto surgelati, ma se non avete ancora capito, non sono proprio il tipo che si fissa di star male e poi crede di star male davvero. La roba psicosomatica non fa per me. Escluso forse lo schifo per i piccioni.
A me piace stare bene, preferirei ben una “ripicca” in meno e poter fare tutto quello che mi pare tipo Aikido, e Capoeira ecc.Guardiamo i lati positivi, in attesa di forse un giorno quando mai sarà riprendere i miei amati sport e hobby, sono cmq autorizzata a sedermi quando prendo l’autobus! Potro ignorare tutte quelle vecchiette che in realtà stanno benone (loro sì che hanno i malesseri psicosomatici) e starmene beatamente seduta alla facciazza loro! uah uah! 😛

p.s. così tanto per dire…i citati 9kg che mi erano caduti addosso…alla fine è venuto fuori che erano 21….



 

lasagne alle verdure buonissime. 0 euro, lavorando alla Volksfesta.
Bruschetta buonissima. 2 euri, se non si ricordano che stavi lavorando alla Volksfesta.
Un paio di birrette fresche. 0 euro, sempre lavorando alla volksfesta.
Un’autista per proseguire la serata. 0 euro, con la Bertu.
Entrata al 6come6. 15 euri, con la colletta tra le amiche.
Birretta al banco. 6 euri(Sticà), con gli ultimi resti in tasca.
Mojito al banco. 0 euro, con il giusto sorriso(impietosente) alla barista.
Accompagnare la sua “amichetta” a sboccare…..
Veder scomparire tutti i tuoi complessi in 30 secondi…
Gustarsi certe scene proprio da SeiComeSei…
Non ha prezzo.

Ci sono cose che non si possono comprare. Per tutto il resto…chi l’ha detto che ti serve mastercard?



…hmm…


“…io ci credo in quel che voglio e forse voglio farmi male..ma non mi riconosco in quello che conviene…”



strong>Veci veci…non ce la faccio a starci dietro e tenere il ritmo di un tempo.
Vabeh così è la vita. Cmq non credete…ogni tanto qualche minuto per scrivere lo trovo, non vi siete mica liberati di me del tutto… 😛

Hmm hmm…ora non starò qui a racocntarvi tutte le mie vicende tipo il diarietto estivo che dovevi fare a scuola. Non mi pare proprio il caso. Roba inutile.
Da tutte queste ultime vicende ho elaborato una conclusione niente male.
A volte uno sbaglia proprio tutto.
Qua si sta sempre pensare a quel che non si ha, a quel che si avrebbe ma non si ha, a quel che si potrebbe fare ma non si fa….insomma quest’anda lamentosa che aleggia ovunque.Ma veci, così è la vita e non c’è niente da fare.
Non ho più una fotocamera..ma questa è un’altra storia…
L’altra sera son rimasta senza vino…e questa è un’altra storia ancora..
Non ho più il mio posticino per fare le nuotate…e questa è sempre la solita storia..
Non ho più un’inquilina e non ho un/una nova/o inquilina/o, di conseguenza ho anche un sacco di soldi in meno e disperazione in più. ecc. ecc. ecc..
E sinceramente non frega proprio una mazza.
Penso a quel che invece ho, e va bene così

E quello che non ho, è quel che non mi manca.

bellissima canzone, enjoyz & rock on.

<



((scusate l’estetica pessima….wordpress continua a non funzionare…ora non ti neanche scegliere i colori ecc..vabeh))

 

 

 

Splende il sole per + di 5 minuti.
I giorni bui a volte ci vogliono,anzi fan proprio bene delle volte, basta che poi passino.
Dunque dopo aver macinato e digerito, meglio buttarla sul ridere.
E come diceva il Giambe “un po’ di sana cattivezza non fa mai male”  *vai Matt, non mollare! * 😉
E’ domenica dunque non si parla di lavoro.
Intanto qualche pillola di saggezza su certe faccende della vita.
Impara l’arte e mettila da parte! 😀 😛
enjoyz.

 

 “sei il mio sole”
– “spero tu sia una medusa”

( non ti guardo male, è che mi fa strano vederti senza trucco….)



{maggio 19, 2008}   compitini

Ecco, ecco.
Qua è proprio ora di recuperare. Ormai il peso di ste catene inizia a sentirsi.
Fra poco rischio di annegare pure facendo la doccia, portata a fondo dai meme al collo.
La notte ormai mi sogni le catene che mi corrono dietro e clingano “meme! meme!”
via il dente, via il dolore.

Ho un sacco di meme-catene arretrate. vediamo di darci da fare.

1) Abbinamenti in cucina…. come al solito l’oscar mi ha incastrata…*grazie?*
Allora ecco i miei dieci abbinamenti preferiti in cucina. O almeno i primi 10 che mi saltano in mente al momento.

1) birra e joe. Belli, non so cosa dirvi. Non sono alcolizzata eh! Ma a me la birra proprio mi piace un sacco. Ok, l’abbinamento migliore è birra+joe. Però anche per tutto il resto trovo che la birra vada benissimo. Io cucino spesso con la birra (anche perchè il vino bianco a casa mia scarseggia alquanto) carne alla birra, risotto alla birra, verdure in padella alla birra, pesce alla birra, ecc. Vi consiglierei di provare, fidatevi.

2) gnocchi e pesto (quello vero). Ne potrei mangiare quasi all’infinito. *aaah, i bei tempi andati quando abitavo a Zena…sigh*

3) senape e ketchup. lo so a dirlo così a molti fa schifo. ma voi provatelo e poi ditemi. Altro che pata ketchup-mayo! bleah!!! senape e ketchup! la nuova frontiera del gusto!

4) rapanelli (di oscar) sale-pepe-olio.

5) yogurt e cannella

6) risotto + brie

7) tiramisù coi pezzettini di cioccolato fondente e nocino

8) anguria e limone (sarei allergica, ma faccio la vaga)

9) gelato alla cannella + gelato all’avocado (solo gelato dell’Avalon)

10) polly, joe e cabernet sauvignon.

2)  Cose che mi piacciono fare. Qui ho ricevuto pure una nomination multipla. Irish Coffee, Absolut Design, Trippi….e spero di non aver dimenticato nessun altro…
Allora…ecco le 6cose che mi piacciono fare.
Come ha già fatto notare qualcun’altro, ci sono cose e cose da fare. Cose di cui potresti tranquillamente fare a meno, e cose di cui in teoria non potresti fare a meno.
Qui si rischia di addentrarsi in lunghi e oscuri cunicoli filosofici e simili….In effetti ultimamente ho notato che la mia vita e questo mondo mi portano a sentire “indispensabili” cose di cui potrei tranquillamente fare a meno. Mentre invece mi privano della possibilità di fare ciò che veramente sarebbe “indispensabile” per me. (metto tra virgolette, perchè se riesco a vivere anche senza ste indispensabili cose, forse così indispensabili non sono…a meno che non confermino il contrario dei danni a molto lungo termine.)
Quindi vabeh….diciamo che ormai sono stata gettata su questo povero mondo, e sono costretta a viverci la mia misera vita da almeno un quarto di secolo. E anche qualcosa che non è indispensabile ma allevia tutto questo, è già meglio di niente.

1) mi piace alla mattina quando ancora in dormi-veglia sento gli ucellini che cantano e le campane della chiesa, e mi sembra di essere altrove, fuori dal mondo e non in centro city. Uno dei pochi lati positivi di non abitare + a Bologna o Genova, dove invece sentivo solo l’autobus e le macchine.

2) mi piace oziare in senso letterale ma anche in senso lato. O meglio..anche quando posso oziare alla fine magari faccio un sacco di cose. Ma mi piace sapere che non c’è una sveglia da sentire per forza, un cartellino da timbrare, un autobus da prendere, un orario da rispettare. mi piace potermi fare i fatti miei in santa pace, e basta. Però mi piace pure dormire. Certe volte ho dormito anche 20 ore filate senza alcun problema…lo so entra in contraddizione con sopra, in cui dico ke faccio un sacco di cose..ma vabeh..quando la stanchezza chiama, la joe risponde senza complimenti.

3) Mi piacciono gli abbracci. Molti resteran forse meravigliati. E’ risaputo che io non sia una persona molto espansiva..a livelli che mia mamma mi corre dietro delle volte “almeno a natale, lo dai un bacetto alla tua mama??!!” però gli abbracci mi piacciono un sacco… quella frazione di secondo in cui puoi gustarti tutta la tua fragilità perchè tanto nessuno la vede, e sei al sicuro tra quelle due braccia che ti stringono.

4) mi piace fare Aikido. mi piace un sacco. E’ l’unico sport ke non ho mandato a ramengo dopo qualke mese, ma porto avanti da quasi 10 anni. E’ ormai quasi uno stile di vita. Secondo me, mi fa pure essere migliore verso molte cose. Ora al momento non posso più farlo per via del mio infortunio…e sono in paranoia perchè aspetto ke mi dicano se non potrò farlo mai + causa danni permanenti, o solo per un sacco di tempo finche non starò bene di nuovo. uff

5) mi piace stare sdraiata sulla sabbia sul bagnasciuga e sentire l’acqua fresca che mi prende i piedi a sbalzi.

6) mi piace stare a osservare.
Non importa cosa. Persone, cose oggetti, piante, tutto quanto. solo osservare, cose se fossi invisibile (se uno sa che lo osservi non si comporta normalmente, devi renderti invisibile)

mi manca ancora un meme, quello sull’islanda….ma non l’ho capito bene. Me lo studio e poi provvedo. Presto. giuro.

Sti meme non li passo a nessuno, tanto ormai son scaduti da un pezzo.
Anzi magari lancio il sasso a Manuel, che ha appena fatto un blog da poco ed è ancora ignaro della minaccia-meme 😛



 

“…e una storia va a puttane..sapessi andarci io…”

 

E a questo punto dico “andare a puttane” anche in senso letterale…
O sei gay, o ti faccio proprio ribrezzo…
In entrambi i casi sarebbe giusto che ti fossi deciso a mollarmi prima di tutto questo.
In fondo….
In fodno sparo cazzate. tu sei quello che fa sempre che va tutto bene.
Giusto…devo fare sempre tutto io….
Ok.

“..ti renderò + facile decidere ciò che è inevitabile. mi renderò partecipe e farò ciò che è indispensabile…”

e se anche me ne sono andata via io (per modo di dire) resto qui seduta e basita proprio come lui. e tu sei lei.

*** e adesso datemi la bistecchiera e levatevi dalle balle ***



 

 

Il fatto che per me un abbraccio vale più di un mazzo di fiori, non vuol dire che io sia insensibile…anzi…
Il fatto che preferisco la sincerità a un bel regalo, non vuol dire che io non sappia apprezzare un bel gesto…anzi…
Il fatto che non sono in vendita, non vuol dire che io non capisca il valore delle cose…anzi…

Il fatto che io preferisca evitare di sbandierarlo in giro, non vuol dire che anch’io non stia male delle volte….anzi..
Son presa male a palo. Sto da culo…
…per tutte queste stupide faccende, in cui non so con che diritto voi cari “amici” vi impicciate di continuo. In tutto questo teatrino patetico, in cui ognuno dice la sua senza neanche sapere come stanno le cose. A questa parata delle facce tristi, in cui mi si rimprovera perchè secondo voi la mia di faccia stona con le altre.
Sto male come una merda.
Ora che l’ho dichiarato pubblicamente su un sito accessibile a chiunque….ho forse guadagnato qualche bollino? Posso portare avanti la mia raccolta punti? Sono forse finalmente entrata a far parte del vostro “club delle meraviglie” ?
Spero che almeno ci sia in premio anche la bistecchiera antiaderente…come in tutte le raccolte punti che si rispettino.

 

e tanto per cominciare rendetevi utili e votatemi Top Blog Sites



et cetera