colLateral Thoughts











cortomaltpensa.jpg

 Qua mi sembra di essere tornata a scuola…
Le vacanze stanno per finire ed ho un sacco di compitini arretrati.
Iniziamo dal
Thinking Blogger Award .
E’ una specie di meme ma non è inutile come un meme. Se vi leggete il post da cui è partito ha un senso.
Il punto è : Too many blogs, not enough thoughts!

Ecco le regole. Poche e semplici :

° 5 blogs that make me think = nomina 5 blogs che ti fanno pensare.
° partecipare solo se sei stato nominato.
° lasciare un link al
post originario
° inserire nel tuo post il logo del Thinking Blogger Award.

Intanto ringrazio la Xeena (e Oscar), per la nomination *onorata e arrosita* quindi ovviamente non potrò nominarli ma va ben così. Preferisco nominare blog più “sconosciuti” o al di fuori dei soliti giri in comune. Proprio perchè mi piace come scrivono ecc. E poi il senso di ste cose magari è anche scoprire blog nuovi, se ci si nomina sempre tra noi tanto vale mettersi a fare il girotondo e stop.

Allora ecco le mie nomination:

thinkingbloggerpf8.jpg

1) Il primo posto dico che se lo merita in pieno il Bar Sport e la sua combriccola. Scoperto quasi per caso, dopo il dileguamento del Matt, ora riapparso qui in compagnia. Mi piace un sacco come scrivono e quello che scrivono. A volte il mio pensiero quando li leggo è “ecco è questo che avevo in testa! Se non fosse che non son buona a comunicare, avrei scritto proprio questo”. E’ proprio un blog che “makes me think” bei contenuti e bel modo di trattare le cose. braf braf.

2) Poi ci metto Gift Zwerg. Blog scoperto da poco ma troppo forte. Anche quando affronta temi “pesanti”, e seppur ti faccia pensare, ti lascia sempre un sorriso.

3) Dorian River, seppur ci trovo le parole quando non mi vien come dire qualcosa, scrive così bene che mi lascia senza parole.

4) Non può mancare Finferflu – il diario di un capitano senza ciurma – già il titolo dice tutto. E poi mi ha fatto scoprire Jamendo 😉

5) Paolo&Chiaro. Sono troppo forti, troppo spiritose. Hanno le palle proprio di scrivere quel che gli pare, provocare, scherzare, deridere, ma sempre con testa e un senso in fondo. Anche se mi sbellico dalle risa, mi fan sempre pensare anche loro.

enjoy & rock on
😛



et cetera