colLateral Thoughts











Come avrete visto ultimamente mi sono data un po’ alla danza della latitanza, ma di questo forse scriverò più avanti.
Per ora penso il mio silenzio meriti un break. Pane al pane e vino al vino. quando c’è lo stile mi piace riconoscerlo.
Come diceva mio nonno “non è cosa fai, ma come lo fai a fare la differenza.”

Come saprete ho partecipato al contest fotografico WinterSlice.
L’ho fatto per puro divertimento e passatempo senza pretese, come quasi sempre faccio ogni cosa. Però i
ghiotti premi in palio, devo ammetere che mi avevano dato qualche motivazione in più…se non quasi qualche nota di competitività.

Mai avrei sperato nei premi giuria (riconosco i miei limiti….e ancor di più li sbandiero davanti a fotografi professionisti), e infatti non ne ho vinto nessuno.
Però è andata a finire che mi sono classificata prima a
parimerito per la foto che ha ricevuto più voti dai lettori.
Se mi fossi autovotata, come altri hanno fatto, avrei vinto.
Se non avessi votato la mia “rivale” (chi non fa un minimo 2+2 in una situazione simile?…io) avrei vinto.
Per decidere il vincitore alla fine era stato deciso un
ballottaggio anonimo tipo estrazione a sorte.al quale sono seguite non poche polemiche dai miei fan, e penso anche dagli altri visti i commenti * se ti dicono di votare “busta a” o “busta b” che cavolo voti il nome della tua foto preferita? non sai leggere le istruzioni?io penso di sì*
Il mio primo pensiero di urtamento sinceramente è stato “fanculo alla sportività, la prossima volta mi auto-voto anch’io” e poi “che cazzo c’entra un’estrazione con un contest fotografico??Allora fai una lotteria”

Ma alla fine arrivò lo sponsor, che ha deciso di dare a tutte e due i premi.
Niente estrazioni, niente ballottaggi.
Non si sa se il premio sarà uguale al previsto e doppio, o diverso. Ma non importa.
I Signori della
Compagnia Del Cavatappi sono stilosi punto e basta. E mi sembra giusto spezzare una lancia in loro favore.
Così si fa! Bravi! alleluja, in questo povero mondo esiste ancora della gente che possiede un po’ di stile.
Non è fare lo sponsoro che fa la differenza, ma come lo si fa.

Inoltre mi son fatta un giretto sul loro sito, e mi sa che presto farò un po’ di shopping. Ma questa è un’altra storia.

Intanto colgo l’occasione per ringraziare anche Andrea che ha organizzato il contest, un santo che riesce a stare dietro a tutto e tutti e a gestire le situazioni più impensabili, nonchè tutti quelli che hanno votato le mie foto…
…grazie! tutti a CasaJoe per gustare il prelibato premio, qualuqnue sia! 🙂

enjoy and take care.

Annunci


et cetera