colLateral Thoughts











{agosto 16, 2010}   privacy

ieri per caso e di sfuggita, sono incappata in questo articolo.
Nonostante tutto, può essere utile leggerlo, non si smette mai di imparare.

A parte sentirmi di nuovo,per l’ennesima volta, la più impedita del reame… Quando dice ” Addirittura persone con una minima esperienza nella scrittura di codici informatici possono creare programmi per cercare in maniera sistematica le immagini con geotag..” e io mi dico…e io invece non saprei neanche da dove incominciare… Cerco di consolarmi, pensando che è dovuto al fatto che ho una vita vera a cui badare…

Mi sento comunque abbastanza “furba” grazie alla mia pigrizia. Mettendo le poche foto che metto, a scoppio ritardato di mesi e mesi, mi sa che non corro il rischio di essere trovata in tempo reale. Inoltre il mio telefono da 30 euro, non credo che abbia tutte queste funzioni pericolose. L’unico pericolo è che smetta di funzionare da un momento all’altro.
(( se c’è qualche ladro in agguato…si noti che ho un telefono da 30 euro, e quindi tutto il resto va da sè, non ho la macchina e mi hanno appena rubato la bici, sono povera e quindi evitatevi lo sbatti di irrompere in casa mia per rubare il nulla :oP ))

Comunque….
quando l’articolo, ieri, era nella prima pagina fresco di pubblicazione.
Stava sotto a una bella scritta enorme “spesso il primo a violare la tua privacy sei tu stesso!” o qualcosa di simile. E questo mi ha incuriosita e quindi l’ho letto.
Seppure ho imparato qualcosa di nuovo, mi sembra che si fa il gioco di quelli che indicano il cielo ma guardano il dito.

I miei problemi con la privacy sono ben altri sinceramente.
Ad esempio circa 2 volte al mese mi chiama sul cellulare un’azienda elettrica chiedendomi se sono interessata alle loro offerte. Io cerco di tagliare corto e quindi aggiungo che sono raminga e trasloco spesso. Questi iniziano a snocciolarmi vita morte e miracoli miei e delle mie utenze e quant’altro. Quando alla fine gli chiedo di smetterla di chiamarmi, hanno pure la faccia tosta di dirmi “deve essersi confusa! sul nostro terminale non risulta che l’abbiamo già contattata!”. Bene quindi oltre a farti i cazzi miei, mi stai pure dando della stupida….me ne ricorderò.
Oltre a questi, ci sono quelli dei viaggi, delle compagnie telefoniche, assicurative, internet, medicine alternative, prodotti di bellezza, e quant’altro. Per non parlare di tutto quello che si trova nella buca della posta.

Ora…a leggere un articolo che mi dice che sono io stessa quella che viola la mia privacy, mi girano anche un po’ le balle.
Il mio indirizzo email è a nome di una certa Joe Randagia, che abita in via della birra 1….
Ho un numero di cellulare apposito, a nome di altri, che uso appositamente quando il recapito telefonico è campo obbligatorio.
Non sono presente sull’elenco telefonico.
Indirizzo, numero di telefono e quant’altro non li metto mai in nessun sito.
Per gli acquisti via internet metto sempre l’indirizzo dell’ufficio o di dove studio e non ho la residenza.

Probabilmente, nel momento stesso in cui ho fatto il contratto luce o telefono o altro, i miei dati sono stati divulgati in qualche maniera, anche se nelle crocette metto sempre “no”. (giusto ieri, ho trovato una bolletta della luce vecchissima, che diceva che per le nuove regole per garantire il libero mercato e la concorrenza, avrebbero dovuto divulgare i miei dati ad altre compagnie per un certo tempo…vabeh)

Mi sembra in ogni caso, che stiamo esagerando.
Ormai ho più telefonate di offerte varie, che di persone reali che conosco…
Sì ormai il sistema gira così ed è sempre più difficile districarsi…ma almeno che mi lascino infastidirmi in santa pace e non vengano a dirmi che me la sono cercata.

Annunci


E’ la terza volta che riscrivo questo post che doveva essere un altro.
Ok…il mio stato di ebbrezza mi ha impedito ogni volta di ricordarmi in tempo di fare “seleziona tutto e copia, che non si sa mai, così in caso basta fare incolla”
Adesso non ho più voglia di ricordarmi cosa volevo scrivere e come.
…ma il punto è che sul mio blog non avrei…non avevo bisogno di fare tutto questo!!!
Non facevo aggiungi tag+ salva+ pubblica, ma poi spariva tutto in ogni caso e senza sapere perchè. *..cioè..le parole stesse salva e pubblica dovrebbero lasciare intuire che non dovrebbe sparire tutto così nel nulla…*    ((** Bastian!!Atreiu!! aiuto…il nulla ci sta invadendo!**))
Non provavo 3 volte a caricare una foto, e ancora non funziona!…anzi…non è che non funziona..ti prende proprio per il culo!…fai tutti i passaggi dopo aver risolto i vari quiz intelletivi per riuscirci, e una volta clicckato “inserisci nell’articolo” ti fa tutto bianco…te provi ad aspettare tipo mezzora ma resta sempre tutto bianco…
Ma che ooooohhhh!!
Veci…già ci avevate messo tutta l’anima a convincermi a usare wordpress quando ancora funzionava…ora inizio a pensare se sia meglio traslocare al più presto…

Peggio per voi…il post che avrei scritto era proprio una figata..per non parlare della foto…
Cazzi vostri. leggettevi questo sclero sbelinato e amen.
E abbaso wordpress e chi lo usa. me compresa.
Ciao ciao a quando mi tornerà la voglia di scrivere un post…cioè forse mai…



Come avrete visto ultimamente mi sono data un po’ alla danza della latitanza, ma di questo forse scriverò più avanti.
Per ora penso il mio silenzio meriti un break. Pane al pane e vino al vino. quando c’è lo stile mi piace riconoscerlo.
Come diceva mio nonno “non è cosa fai, ma come lo fai a fare la differenza.”

Come saprete ho partecipato al contest fotografico WinterSlice.
L’ho fatto per puro divertimento e passatempo senza pretese, come quasi sempre faccio ogni cosa. Però i
ghiotti premi in palio, devo ammetere che mi avevano dato qualche motivazione in più…se non quasi qualche nota di competitività.

Mai avrei sperato nei premi giuria (riconosco i miei limiti….e ancor di più li sbandiero davanti a fotografi professionisti), e infatti non ne ho vinto nessuno.
Però è andata a finire che mi sono classificata prima a
parimerito per la foto che ha ricevuto più voti dai lettori.
Se mi fossi autovotata, come altri hanno fatto, avrei vinto.
Se non avessi votato la mia “rivale” (chi non fa un minimo 2+2 in una situazione simile?…io) avrei vinto.
Per decidere il vincitore alla fine era stato deciso un
ballottaggio anonimo tipo estrazione a sorte.al quale sono seguite non poche polemiche dai miei fan, e penso anche dagli altri visti i commenti * se ti dicono di votare “busta a” o “busta b” che cavolo voti il nome della tua foto preferita? non sai leggere le istruzioni?io penso di sì*
Il mio primo pensiero di urtamento sinceramente è stato “fanculo alla sportività, la prossima volta mi auto-voto anch’io” e poi “che cazzo c’entra un’estrazione con un contest fotografico??Allora fai una lotteria”

Ma alla fine arrivò lo sponsor, che ha deciso di dare a tutte e due i premi.
Niente estrazioni, niente ballottaggi.
Non si sa se il premio sarà uguale al previsto e doppio, o diverso. Ma non importa.
I Signori della
Compagnia Del Cavatappi sono stilosi punto e basta. E mi sembra giusto spezzare una lancia in loro favore.
Così si fa! Bravi! alleluja, in questo povero mondo esiste ancora della gente che possiede un po’ di stile.
Non è fare lo sponsoro che fa la differenza, ma come lo si fa.

Inoltre mi son fatta un giretto sul loro sito, e mi sa che presto farò un po’ di shopping. Ma questa è un’altra storia.

Intanto colgo l’occasione per ringraziare anche Andrea che ha organizzato il contest, un santo che riesce a stare dietro a tutto e tutti e a gestire le situazioni più impensabili, nonchè tutti quelli che hanno votato le mie foto…
…grazie! tutti a CasaJoe per gustare il prelibato premio, qualuqnue sia! 🙂

enjoy and take care.



{ottobre 24, 2007}   ti elimino di brutto

Eccoqua,
alla fine mi dicono che sono stata eliminata dal
concorso delle foto brutte del dott. paolo bitta, perchè ho linkato un album e non le singole foto. Questo non c’era scritto nelle regole quindi io non ci avevo proprio fatto caso. Un’altra volta imparo a non muovermi prima e a non leggere tutti i 116 commenti del post. (e magari voialtri imparate a scrivere le regole come si deve).

Cmq poco importa, non avrei cmq vinto ne sono certa. E mi ci ero messa tanto per fare. Più che altro volevo cogliere l’occasione per sbandierare un certo mio stress che ultimamente mi assillava, e soprattutto rivelare i motivi della mia “cattiveria”, a chi mi solleva obiezioni sui miei metodi, riassumibili in : ti elimino di brutto.

Tutte le foto brutte tranne una sono state scattate a casa mia.

Ora non voglio dilungarmi sulle vicende di Casa JOe, magari un’altra volta.

Vi presento…il mio inquilino…è un tipo discreto, non lo incontri quasi mai faccia a faccia. Ma la sua presenza in casa lascia sempre una traccia…

dscn0078.jpg  cicche.jpg   dscn0075.jpg    dscn0076.jpg

 dscn0081.jpg    dscn0087.jpg    dscn0091.jpg

scusate..forza dell’abitudine…volevo dire EX INQUILINO *ma sììì ma vàààiii*

😛 8)



come sempre mi prendo all’ultimo momento (scadenza fra mezz’ora), ma alla fine ce l’ho fatta anche con il contest dell’isola dei feaci, sulla mimesi dell’arte.
Causa tempo scarso e altre menate, non mi son impegnata più di tanto, ma qualcosina ho mandato.
Cmq vada è stato fortissimo e secondo me è il contest più originale e divertente che ci sia stato finora. braf braf!
Intanto eccovi le foto che sono riuscita a mandare, vi consiglio cmq di visitare la galleria del contest, ce ne sono di molto carine.

enjoy 🙂

maree-basse-a-pourville-riferimento.jpgbassa-marea.jpg

la-creazione-riferimento.jpg

la-creazione-in-cucina.jpg



et cetera