colLateral Thoughts











neveautos1.jpg

 Stamattina superprestissimo sono stata svegliata per telefono da una persona quasi in “panico” e agitata : ‘ oddio! c’è la neve! devi andare a fisioterapia! ti porto gli scarponi! ti diamo un passaggio in macchina…è tutto bianco!…mettiti la maglia della salute..’
Che robe….già mi immaginavo ,la città bloccata, ad arrancare affondando nella neve.
In realtà non c’era più di qualche centimetro. Già adesso non ce n’è neanche più la minima traccia…
E questa sarebbe neve???

Eppure una volta era normale. Almeno qui da noi.
Svegliarsi la mattina e trovare tutto bianco e affondare la gamba nella neve.
Macchine che non partivano o che non le trovavi.
Gente che non arrivava al lavoro o a scuola a causa della neve.
Da bambini si aspetava l’imverno, e speravi che ti fosse cresciuto il piede così ti compravano i Moon Boot nuovi di un colore nuovo, e potevi andarci in giro ed eri il più figo a scuola.
Andare con gli amici sulle passeggiate del talvera (pieno centro) a fare le slittate.
Mi ricordo che quand’ero bambina a volte staccavano l’acqua sennò ghiacciavano i tubi o robe simili.
Quando mia mamma è uscita dall’ospedale dopo che è nata mia sorella c’era un sacco di neve…neve vera e duratura…ed era inizio novembre….

Tutto questo adesso, detto così, sembra quasi assurdo.
…Eppure una volta era normale…

povero mondo

Annunci


et cetera